Alleati di benessere

Aggiornato il: mar 13



GRANO SARACENO E ZUCCA


Hai mai provato il grano saraceno?

Ti sveliamo le sue proprietà e gli innumerevoli benefici che può apportare al nostro organismo!


A dispetto del nome con il quale viene indicato non si tratta di un cereale vero e proprio, ma di una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Poligonacee. Poiché però possiede molte qualità nutrizionali tipiche dei cereali può essere definito uno pseudocereale. Il suo nome scientifico, Fagopyrum Esculentum, indica già in se stesso questa sua particolarità: il latino ‘fagus’ significa infatti faggio, mentre il greco ‘piròs’ significa frumento.

È totalmente privo di glutine, e può pertanto essere inserito nell’alimentazione dei soggetti affetti da celiachia.


Conosciuto anche come grano nero, a causa del colore marrone scuro dei suoi chicchi, ha origini orientali e venne importato in Occidente a partire dal XIV secolo. Nel 1400, in Germania, veniva denominato Heenish, cui corrisponde l’odierno Heidenkorn, ovvero ‘grano dei pagani’. Denominazione, quest’ultima, che richiama direttamente quella italiana di ‘grano saraceno’ utilizzata fin dal Medioevo (in quell’epoca i saraceni erano indicati come i non cristiani per eccellenza).

Rappresenta un’ottima fonte di amminoacidi essenziali,

tra i quali spiccano lisina, treonina, triptofano, che sono di fondamentale importanza biologica per garantire la giusta struttura proteica. Tali amminoacidi non vengono però prodotti in maniera autonoma dall’organismo ma devono invece essere introdotti con l’alimentazione, e in questo senso il grano saraceno possiede una composizione amminoacidica più equilibrata rispetto ai cereali veri e propri.

È ricco di sali minerali

quali potassio, fosforo, ferro, calcio, magnesio, e di vitamine, tra le quali troviamo alcuni elementi del gruppo B, ovvero la vitamina B1 e la B3 (il grano saraceno è uno dei pochi pseudocereali a contenere questo tipo di vitamine).

Possiede un buon contenuto di fibre,

il quale gli garantisce un elevato potere saziante nonché la capacità di limitare la quantità di colesterolo assorbibile dall’organismo e di migliorare il transito intestinale.


Vediamo più in dettaglio le sue proprietà.


L’elevata presenza di amminoacidi essenziali e di sali minerali gli conferisce ottime

proprietà energizzanti,

ed è pertanto un alimento particolarmente indicato per gli sportivi e nei casi di affaticamento.

Migliora la circolazione sanguigna:

la rutina in esso contenuta è un antiossidante di fondamentale importanza, sia perché riduce gli effetti dannosi dei radicali liberi rallentando l’invecchiamento cellulare sia perché migliora la permeabilità ed elasticità dei capillari sanguigni. La rutina esplica un’attività antiemorragica, ha proprietà antiaggreganti, rende il sangue più fluido, e rappresenta pertanto un valido alleato nella prevenzione delle malattie cardiovascolari quali infarto e ictus.


È utile nella prevenzione delle malattie aterosclerotiche: i flavonoidi contenuti nel grano saraceno prevengono i meccanismi che stanno alla base della produzione delle placche aterosclerotiche sulle pareti dei vasi sanguigni.


Grazie alla presenza di sali minerali, in particolare potassio, si configura come valido alleato contro la ritenzione idrica e l’ipertensione.


L’alto contenuto di fibre in esso presente migliora il transito intestinale, contrastando la stitichezza, e limita la quantità di colesterolo assorbibile dall’organismo.

Possiede un indice glicemico più basso rispetto ai cereali, e può pertanto essere inserito nella dieta dei soggetti affetti da diabete. Alcune ricerche hanno inoltre evidenziato il ruolo di un principio in esso contento, il D-chiro-inositolo, quale mediatore nell’azione dell’insulina. Secondo questi studi tale principio contribuisce alla diminuzione della quota di zuccheri presenti nel sangue.


Vanta anche proprietà nella cura della pelle: strofinare la farina di grano saraceno sulla pelle bagnata, e poi risciacquarla, rappresenta un piccolo rituale di bellezza che garantisce un piacevole effetto ammorbidente.

Controindicazioni

Come per tutti i cibi, anche per il grano saraceno è necessario prestare attenzione allo sviluppo di intolleranze e allergie. Inoltre, considerata la sua proprietà antiemorragica e la presenza di vitamina K, le persone che seguono una terapia anticoagulante devono prestare particolare cautela limitandone il consumo.


La zucca: gustosa, nutriente, leggera


Presente sulle tavole autunnali e invernali, è un ortaggio dalle straordinarie virtù.

Appartiene alla famiglia delle Cucurbitaceee la sua diffusione in Europa, a partire dal XVI secolo, si deve ai coloni spagnoli.

Fonte di fibre, sali minerali –in particolare calcio, fosforo, potassio, zinco, selenio, magnesio–, vitamine del gruppo B e vitamina C, possiede, come tutte le verdure di colore arancione, il betacarotene, un pigmento vegetale precursore della vitamina A (e per questo conosciuto anche come provitamina A). Il betacarotene è un antiossidante molto importante per la sua azione di contrasto all’insorgenza dei radicali liberi.

Il contenuto lipidico e glucidico della zucca è molto basso, e può pertanto essere inserita sia nelle diete ipocaloriche sia in quelle di soggetti affetti da diabete.

Scopriamo insieme le sue proprietà.

Ricca di acidi grassi Omega-3,

fondamentali per la riduzione del colesterolo e dei trigliceridi presenti nel sangue, si pone come un valido alleato nella prevenzione delle patologie cardiovascolari.

Grazie all’alto contenuto di fibre e all’elevata percentuale di acqua, favorisce il corretto funzionamento del transito intestinale. Poiché le fibre aiutano a ridurre l’assorbimento degli zuccheri nel sangue, la zucca può essere consumata anche dai soggetti diabetici (il suo indice glicemico è basso).

Si rivela utile per combattere insonnia e ansia:


la zucca contiene infatti magnesio, un vero e proprio miorilassante naturale, e triptofano, un amminoacido coinvolto nella produzione di serotonina (il cosiddetto ormone del buonumore) che, tra le sue funzioni, possiede anche quella di regolare il ciclo sonno/veglia.

L’alta percentuale di acqua e potassio in essa presente favorisce la diuresi contrastando così la ritenzione idrica.

Non mancano i benefici anche per la

cura della pelle e per capelli e unghie:

la polpa della zucca può essere utilizzata per preparare sia maschere e creme emollienti per il corpo sia impacchi fortificanti per capelli deboli e unghie fragili.

Per quanto riguarda invece i semi di zucca(che, è giusto ricordarlo, hanno un contenuto lipidico e calorico decisamente maggiore rispetto a quello della polpa) va evidenziata la presenza al loro interno della cucurbitina, un amminoacido che vanta importanti proprietà vermifughe e antiparassitarie. I semi rappresentano pertanto un valido alleato nel contrastare le infezioni delle vie urinarie.


Controindicazioni

La zucca non presenta particolari controindicazioni, ad eccezione di allergie specifiche verso questo tipo di ortaggio.


Vieni a provare questi due alimenti del benessere! Da noi puoi trovarli abbinati insieme nel plumcake artigianale a base di grano saraceno, zucca e gocce di cioccolato.

Una dolce tentazione per il palato che ti delizierà con il suo sapore equilibrato e leggero!

Puoi gustarlo al naturale oppure guarnirlo con confetture biologiche di frutta, miele, crema di cacao alla nocciola.


Prenota subito telefonando oppure inviando un messaggio Whatsapp al numero

0583 1381255. Ti aspettiamo!


#granosaceno #zucca #beneficidellazucca #beneficigranosaraceno #ristorantelucca #Steamymood #dovemangiarealucca #ristorantesalutare #ristorantebenessere #ristoranteluccapausapranzo


30 visualizzazioni

Steamymood   Via Cavalletti 91, Lucca Sant'Anna  info@steamymood.it  

PRENOTA IL TUO TAVOLO AL 0583 138 1255 anche tramite whatsapp!!!  privacy policy